Pennellate d’azzurro.


Soltanto questo ricordo.

Azzurro sulle pareti,

vivo sul soffitto,

come luce riflesso sulla pelle.


E tutto il resto

girava intorno a noi.

Nascosto ai nostri occhi,

intrappolato

nella vorticosa danza del sogno,

mescolandosi liberamente

tra timide leggerezze

e profondi viaggi.


Nella surreale armonia

dei nostri odori

lacrime e rugiada si scioglievano

lentamente

come primizie d’anima

nella stagione dell’amore.


“In un lampo

sei apparsa”

- così mi hai sussurrato -

e tra le braccia

si è fermato il tempo.


E tutto il resto

girava intorno a noi.

 

E tutto girava intorno a noi di Umberto Mazzone

©Federica Bianchi - ©Umberto Mazzone