Subito silenzio 
Ed è subito silenzio
dopo una parola sbagliata,
dopo un finto sorriso,
sopra le nostre lunghe giornate
spente.
E l'accompagna il buio
sulla strada verso il destino,
verso quel sospirato domani
cui tendiamo sempre la mano
chiusa.
E ci avvolge ancora la paura
davanti ad ogni nuovo mattino,
ci assale allora il ricordo
di una amara felicità
consumata.
E all'improvviso
si chiude un capitolo della nostra storia,
sepolta nel libro delle favole vere,
incompiuta:
ed è subito silenzio.

 

 

 


© Federica Bianchi