Solo
stelle cadenti
siamo noi
stanotte.
Sfidiamo il buio,
accendiamo il dubbio nei cuori,
tocchiamo il volto della felicità.
Piccoli desideri
siamo noi
soli
nella notte.
Chi ci ascolterà?
Chi ci capirà?
Siamo polvere di strada,
nuvole nel cielo,
l'inizio di un temporale.
Alziamo la sabbia negli occhi,
e con una candela in mano
annunciamo la fine
di un altro giorno.
Vaghiamo 
di nascosto
nei boschi
e nelle case,
disturbiamo
il respiro leggero
dei sogni.
Solo 
stelle cadenti
siamo noi
stanotte.
Chi ci salverà?

 

 

 


© Federica Bianchi