Parole di seta
 inesplicabili catene
legano un sospiro al tuo ricordo,
consumato
sfumato
annebbiato 
da un’onda fragile di desiderio.

Questo di te conservo.

Forme armoniche
tra nebbie d’incensi,
mistica sinfonia di odori
fatalmente insieme
per celebrare un tramonto.

Da attrice torno sognatrice

e ti osservo

mentre ti muovi nel mondo,
lontano da questa bocca
che mille volte
padrona o schiava
saziandoti
ti ha perdonato.

 

Le violette della vallée

*

Tratto da "Insolite Emozioni"

Fotografia di Ettore Polizzi

 

© Federica Bianchi