Silenzio.
Sensazioni che sconvolgono i sensi.
Sospiri.
Malinconie d’autunno.
Incantesimi,
preziosi istanti da dividere,
sottili magie inafferrabili.
E ancora sospiri.
Nel buio di una strada dimenticata,
dove la luce è nemica
e il tempo non ha importanza.
Piccoli giochi di ombre
e di parole sussurrate,
profumi intensi 
e mani che si confondono
perdendosi.
Silenzio.
Brevi inganni
e dolci trasparenze.
Sospiri leggeri.
E poi ancora
silenzio.

 

 

Federica Bianchi