E’ accaduto in un attimo,
lacerante e viva illusione,
incontro impossibile.

E adesso mi ritrovo a scriverti
mia crudele poesia
senza penna né carta,
sfumatura distratta
tra notte e luce,
incerto riflesso
di ciò che in realtà
non può mai accadere.

E mi imprigioni
tra i dubbi di donna
che si scopre diversa,
nei sogni che tuoi
diventano miei.

E so che vorrai cercarmi 
oltre i tuoi occhi,
oltre le parole,
nei tuoi strani viaggi
ai confini del cielo,
proprio lì

dove finisce.

 

 

Federica Bianchi